fbpx
Menu Chiudi

Social Media Optimization

Come una buona Social Media Optimization può aumentare il valore del tuo brand.

La Social Media Optimization fa riferimento all’utilizzo strategico della rete dei social networks per la gestione e la crescita di un organizzazione.

È rilevante integrare un’accurata Social Media Optimization con la strategia SEO e SEM della tua azienda.

Aumentare la consapevolezza che ha il cliente di un determinato brand è il primo obiettivo di un’organizzazione.

Con la social media optimization hai la possibilità di incrementare questa consapevolezza attraverso i social networks più famosi.

Questa viene utilizzata come strategia di social media marketing per accrescere la visibilità del sito e la connessione con il pubblico.

Per molto tempo l’ottimizzazione dei motori di ricerca e dei social networks hanno puntato ad aumentare la qualità e la quantità del traffico per il sito web da parte degli utenti di google e dei principali motori di ricerca.

Con l’esplosione di queste piattaforme di aggregazione digitale, la social media optimization ha assunto una rilevanza sempre più importante all’interno delle strategie di digital marketing.

Seguendo i trends dei social media nel 2019, questa è diventata la migliore modalità per aumentare la visibilità di un brand all’interno della rete e per incrementare la lead generation, facendo crescere esponenzialmente le possibilità di connessione con i nuovi utenti.

Principali piattaforme per fare Social Media optimization
Principali piattaforme di Social media marketing

Strategie di Social media optimization

Andando oltre la definizione di social media marketing, in relazione alle strategie di Social Media Optimization, queste riguardano per lo più i social network più famosi quali Facebook, Instagram, Twitter e Youtube.

L’obiettivo è indirizzare il pubblico da queste piattaforme social direttamente al sito web dell’azienda.

Una delle modalità più utilizzate è quella di creare dei contest o delle campagne relative a prodotti sui social networks per poi dirigere l’utente sul sito dove potranno usufruire di ulteriori informazioni o sconti.

È fondamentale essere competitivi su tutti i principali social networks e veicolare i messaggi su queste piattaforme in maniera diversa a seconda delle loro caratteristiche.

I messaggi devono essere personalizzati e adattati ai diversi social al fine di avere un migliore impatto su specifici cluster di utenti.

Importante è effettuare delle analisi di mercato che ci permettano di suddividere il pubblico in diversi gruppi di utenti, in relazione alle loro caratteristiche principali.

Questa attività permette di poter creare dei messaggi personalizzati in relazione alle diverse caratteristiche degli utenti delle principali piattaforme di social media marketing.

Così facendo potrai colpire quella ristretta nicchia di utenti accomunati da determinate caratteristiche come ad esempio sesso, età, localizzazione geografica o interessi.

Qualsiasi strategia di Social Media Optimization dovrebbe concentrarsi sulla crescita della presenza sulle diverse piattaforme e sul raggiungimento di risultati misurabili. Non esiste una strategia precisa da seguire per ottenere dei risultati efficaci ma è possibile far riferimento ad alcune linee guida generali:

  • Identifica le opportunità di business offerte dai social
  • Assicurati di aver scelto gli giusti obiettivi
  • Accertati di ottenere l’engagement dell’intera organizzazione
  • Concentrati sulle reti relazionali che ti permettono di generare valore
  • Crea dei contenuti interessanti e che siano in grado di coinvolgere il tuo pubblico
  • Traccia e promuovi le tue azioni, migliora i tuoi risultati.

La tracciabilità e la misurabilità delle azione poste in essere nella tua strategia ti consente di monitorizzare la tua posizione e apportare dove necessario i giusti miglioramenti.

Come fare Social Media Optimization

Una domanda a cui ci capita frequentemente di rispondere è come fare social media marketing.

Le strategie di social media marketing, ed in particolare quelle relative alla Social Media Optimization non comportano il seguire delle regole precise, ma tenere presenti alcune linee guida può aiutare a raggiungere meglio gli obiettivi.

Come abbiamo detto precedentemente, essere presenti e competitivi sui principali social networks è una condizione necessaria per la crescita e lo sviluppo della competitività di un azienda.

Ancor più importante è essere consapevoli che i diversi social networks hanno caratteristiche, regole e utenti differenti.

Proprio per questo uno dei peggiori errori che puoi commettere è pensare di agire su tutte le diverse piattaforme con gli stessi contenuti.

La base di una buona Social Media Optimization è la comprensione dei fondamentali di tutti i social networks al fine di capire il tipo di utenti e le loro attitudini, per poter poi studiare e definire i criteri di pubblicazione. Non comprendere a pieno queste caratteristiche porterà difficilmente a ottenere maggiori benefici dal social media marketing.

Social media optimization
Social media Optimization

Social networks più famosi

Instagram

E’ stato creato nel 2010, con l’obiettivo di sviluppare una rete sociale tra utenti che desiderano condividere foto e video alle quali è possibile applicare filtri e descrizioni attraverso hashtag.

La differenza con Facebook e gli altri social networks è che nasce con l’obiettivo di catturare un “istante” di vita reale.

Dal 2016 è stata inserita la possibilità di creare e condividere le Instagram Stories, che sono delle foto o brevi video, aggiornati come una sorta di diario rimanendo all’interno del profilo per 24 ore.

Queste sono sempre più utilizzate e permettono un coinvolgimento più intimo e diretto degli utenti.

Gli hashtag e le menzioni consentono di rendere un contenuto più visibile e di creare delle vere e proprie community.

Per chi abbia un account aziendale, Instagram rende disponibili metriche e insight per rilevare dati come Impression, copertura dei post, età dei follower e visualizzazioni dei post.

Facebook

È il social media più utilizzato al mondo, nato nel 2004 come strumento per creare una rete personale di contatti e interagire con i propri amici.

Facebook dà la possibilità di creare dei post, pubblicare foto e video, parlare in privato con altri utenti o creare delle community nelle quali è possibile discutere pubblicamente con altre persone.

Col tempo è stato adattato anche alle esigenze delle aziende attraverso la creazione un servizio dedicato chiamato Facebook for Business, come strumento di social marketing.

Questo social è uno strumento unico capace di amplificare in maniera esponenziale i messaggi verso il target dell’attività che si vuole pubblicizzare.

Molto più rispetto ad altre strategie di marketing, infatti tra i diversi social risulta ancora lo strumento di advertising più utilizzato.

Facebook e Instagram sono due social networks che molte volte vengono utilizzati sinergicamente tra loro al fine di creare contenuti che possono essere collegati strategicamente.

Queste strategie consentono di raccogliere insight sugli utenti: interessi, preferenze e tante informazioni che permettono di identificare meglio il proprio target e adattare ai diversi casi le strategie.

Twitter

È un social network creato nel 2006 come piattaforma di microblogging che permette di condividere messaggi dalla lunghezza massima di 280 caratteri.

In pochi anni è diventata una delle principali forme di informazione in tempo reale riguardante i più importanti eventi di cronaca a livello mondiale.

Per tante delle principali fonti giornalistiche la nascita di questo social network ha siglato un punto di non ritorno per il mondo dell’informazione.

Twitter è diventato con il tempo una delle maggiori priorità per chi fa del web uno strumento di business, al fine di migliorare la propria rete professionale e ingaggiare nuovi potenziali utenti.

Questo strumento ti consente di ampliare il proprio business e il proprio network permettendoti di identificare e comunicare con diversi target in diversi segmenti.

Due aspetti fondamentali (anche qui) sono gli Hashtag e le Menzioni.

Il primo permette di raggiungere tutti quegli utenti che utilizzano lo stesso #Hashtag, la seconda ti consente di creare una vera e propria citazione.

Linkedln

E’ un social network professionale nato con lo scopo di avvicinarti al mondo del lavoro.

Questo strumento ti permette di creare relazioni online sulla base dei contatti lavorativi al fine di creare una rete professionale a favore della propria carriera.

E’ importante capire come Linkedln si differenzia dagli altri social networks più famosi.

Soprattutto in relazione al tipo di utenti, i contenuti sono quasi esclusivamente di natura professionale per cui è sconsigliata qualsiasi pratica di marketing aggressivo.

Le attività di promozione devono essere più mirate e meno invasive, il tipo di utenti che utilizzano Linkedln facilitano il raggiungimento del target con un’attività di marketing Business to Business.

Applicare una corretta strategia editoriale di Linkedln Advertising consente di generare traffico sul sito web aumentando la visibilità della propria attività.

Con Linkedln Analytics, puoi identificare al meglio le caratteristiche degli utenti e indirizzare l’attività promozionale con dei contenuti specifici verso il target di riferimento.

Social Media Optimization e Viral Marketing

Abbiamo visto come l’ottimizzazione dei canali social sia un processo strategico che ci permette di sfruttare a pieno le potenzialità di questi strumenti.

I network creati tra gli utenti e la gestione sinergica dei diversi canali, permettono di creare contenuti virali che ampliano in maniera esponenziale le possibilità di business.

Il Viral Marketing è una forma promozionale basata su tecniche di marketing che hanno il fine di creare messaggi che generano il cosiddetto passaparola.

Cosi facendo, innescano un meccanismo di causa-effetto in grado di incrementare la sensazione e la visibilità del messaggio contenuto.

I social network ricoprono un ruolo determinante nelle strategie di Viral Marketing.

Pianificare nei dettagli le strategie di comunicazione attraverso l’utilizzo coordinato di queste diverse piattaforme, porta i diversi utenti a farsi parte integrante del processo di crescita dell’organizzazione.

In questo tipo di strategie, il controllo e l’efficacia della comunicazione passa completamente nelle mani degli utenti.

Fondamentale è la capacità di creare contenuti di interesse che siano ottimizzati per essere condivisi in maniera semplice e veloce, aumentando le possibilità che il contenuto diventi virale.

Al fine di raggiungere l’obiettivo sperato è importante capire il target al quale ci si sta rivolgendo.

Individuare dei contenuti interessanti che siano legati all’attualità e alle ultime tendenze, creare dei messaggi che siano emotivi e in grado di coinvolgere l’utente per portarlo a condividerne il contenuto.

E’ necessario creare degli elementi che stimolino l’utente ad associare il messaggio al marchio, magari creando delle storie che siano in grado di inglobare la comunicazione e il brand all’interno di una narrazione più complessa.

2 esempi di viral marketing

Un esempio di viral marketing “fresco” è quello utilizzato dall’azienda ” Tempo” in relazione al Coronavirus.

social media marketing dell'azienda tempo
Campagna Facebook Tempo

Cosa ha portato migliaia di commenti e condivisioni a questo post? In primo luogo la capacità di intercettare un hot topic, vale a dire un argomento molto sentito.

In seconda battuta il valore del brand “Tempo” che ha una forza tale da permettersi di comunicare in modo così diretto.

Non hanno di certo sfruttato il momento per commercializzare o mettere in risalto un’offerta; hanno semplicemente cercato di essere vicini alla comunità in un momento storico veramente triste.

In altre parole, hanno messo da parte l’obiettivo ” fatturato” per aumentare agli occhi dei consumatori il valore del brand.

Ice Bucket Challenge

Ricordi quando sui social siamo stati invasi di post con persone che si lanciavano in testa secchiate di acqua ghiacciata?

Era l’Ice Bucket Challenge (sfida del secchiello del ghiaccio)

Social Media Marketing con Viral Marketin
Ice bucket challenge di gruppo

Si tratta di una campagna virale lanciata dalla ALS Association (Associazione contro la SLA) con l’obiettivo di spingere a donare e coinvolgere l’opinione pubblica sulla sclerosi laterale amiotrofica

In questa sfida la persona nominata veniva si versava (o le veniva versato) un secchio d’acqua sulla testa.

Dopo la “cascata di ghiaccio” la persona in questione sfidava altri 3 amici.

I nominati dovevano rispondere entro 24 ore facendo un video con il gesto della secchiata d’acqua e, successivamente, dovevano donare per sostenere la ricerca.

Secondo dati diffusi dall’associazione nell’anno successivo al lancio della sfida sono stati raccolti 115 milioni di dollari.

Il fenomeno si è diffuso in modo virale sui social networks coinvolgendo anche personaggi famosi da tutto il mondo.

Perchè devi creare una buona strategia di Social Media Optimization

I social networks sono uno strumento unico, in grado di identificare coinvolgere e avvicinare gli utenti verso il proprio brand.

La Social Media Optimization concede di sfruttare al meglio le potenzialità di queste piattaforme, generare contenuti strategici al fine di indirizzare il pubblico verso il sito web.

Saper utilizzare queste strategie consente di creare degli importanti vantaggi competitivi e aggredire dei segmenti di mercato che prima era impensabile poter raggiungere attraverso le modalità tradizionali.

Da una parte, questi strumenti ti consentono di aumentare la visibilità del tuo brand, dall’altra il loro corretto utilizzo ti consente di ottenere delle informazioni strategiche sugli utenti.

L’analisi di queste permette di scegliere le azioni da porre in essere per poter raggiungere più facilmente gli obiettivi prestabiliti e massimizzare i ritorni della strategia di social media marketing .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *